NOTIZIE E ARTICOLI 2

RICONOSCIMENTO UFFICIALE

Cari amici è lettori, in questo mese di maggio 2024, abbiamo ricevuto una bellissima notizia, il libro che nostro presidente ha pubblicato è stato dichiarato eccellente dalla stessa Nihon Shogi Renmei. 

 

Siamo molto felici e fieri, sia dal nostro lavoro come il lavoro che fa il nostro presidente per far conoscere lo shogi nel nostro paese, la prima pubblicazione di questo libro è stata nel 2018, cosi dopo migliorare piano piano ogni edizione, il libro è arrivato alla 5ta edizione, oltre questo riconoscimento solo possiamo dire congratulazioni.

 

Ma da un altro lato, c'è una brutta storia in tutto questo i membri dell'associazione italiana shogi - ais, che dal 2018 fino oggi continuano a mentire per quanto riguarda il libro di shogi, quando qualcuno chiede se c'è un libro in italiano, loro dicono di no, altre volte dicono che il libro è spazzatura, hanno pure diffamato il nostro presidente, suo lavoro, il libro e la federazione.

 

Questo comportamento codardo dalla parte dei membri e dirigenti dell'associazione italiana shogi - ais è vergognoso, vedere che fanno di tutto per nascondere il fatto che un libro di shogi sia stato pubblicato nel nostro paese. Dobbiamo avere presente un punto molto importante, che i membri e dirigenti di quella associazione non hanno mai letto o acquistato il libro di shogi, dimostrando cosi quando sono ignoranti e arroganti con questo comportamento.

 

Nel passato il nostro presidente aveva provato a lavorare insieme a loro, ma loro hanno rifiutato questo, lasciando come risposta:  SE VOLEVAMO PUBBLICARE UN LIBRO DI SHOGI, ABBIAMO POTUTO FARLO DA MOLTO TEMPO.

 

Cari lettori, questo comportamento e la risposta di loro solo dimostra quanto loro sono gelosi del lavoro del nostro presidente e della federazione, dimostra  la loro ignoranza.

 

Ma adesso che il libro è stato riconosciuto dalla stessa Nihon Shogi Renmei, noi ci chiediamo se i membri e dirigenti di quella associazione hanno qualcosa da dire? continueranno a dire delle bugie del libro, del nostro presidente e della federazione?

 

LA FESA È DAVVERO UTILE

Cari lettori, la redazione della Federazione ha deciso di pubblicare un articolo, che servirà a riflettere se la FESA - Federazione delle Associazioni Europee di Shogi sia davvero utile oggi oppure no.

 

Come molti di voi sapete, in Europa esistono gruppi, associazioni e federazioni di Shogi, non tutte riconosciute dalla FESA, il che limita un po' la pratica dello Shogi, provocando anche disinteresse in coloro che cercano di contattare la FESA, ma alla fine ottengono solo una risposta negativa.

 

Analizzeremo ora l'articolo 4 dello statuto della FESA, che spiega come un gruppo, associazione o federazione può diventarne membro:

 

Articolo 4: Iscrizione alla FESA

Secondo il punto 2, dice testualmente:

Solo le associazioni nazionali di Shogi registrate legalmente, che sono considerate l'organizzazione generale di Shogi del paese, possono diventare membri della FESA.

Può esserci una sola organizzazione membro per ogni paese. Queste associazioni devono aderire alla costituzione della FESA.

 

Secondo questo punto ci dice che solo quelli legalmente registrati e che sono considerati organizzazioni di shogi nei loro paesi possono essere membri della FESA, dobbiamo capire che dicendo SOLO QUELLI LEGALMENTE REGISTRATI, si riferisce al paese di origine del gruppo, associazione o federazione.

 

In Italia solo la Federazione Italiana Shogi è legalmente iscritta presso l'Agenzia delle Entrate, prova di tale registrazione è il codice fiscale, che si ottiene dopo la registrazione, nessun altro ente in Italia che si dedica allo shogi è legalmente registrato.

 

Poi dice che un solo gruppo per paese, questo sarebbe anche un problema e una contradizione per la FESA stessa. Questo ha come origini gli anni 80 e 90, in quei tempi c'era in Europa 1 gruppo in certi paesi, ma col passare del tempo, nuovi gruppi, associazioni e federazioni sono comparsi.

 

Al punto 3 dell'articolo 4 si legge:

Le richieste per diventare membro della FESA devono essere presentate elettronicamente all'indirizzo e-mail ufficiale della FESA. La richiesta deve contenere il nome dell'organizzazione, il paese in cui è registrata l'associazione e i nomi, gli indirizzi e  e-mail dei rappresentanti ufficiali dell'associazione.

 

Da nessuna parte nello statuto della FESA dichiara che ci debba essere un numero minimo di persone, che il gruppo, associazione e federazione debbano avere una propria sede; richiedono solo i dati dei rappresentanti ufficiali del gruppo che desidera iscriversi.

 

Al punto 4 dell'articolo 4 si legge:

L'accettazione delle richieste per diventare membro della FESA viene decisa con il voto della maggioranza dei membri della FESA durante l'Assemblea Generale.

 

Purtroppo questo non viene né applicato né rispettato dai rappresentanti della FESA.

 

Al punto 6 dell'articolo 4 si legge:

Le associazioni nazionali di Shogi che non sono legalmente registrate possono ottenere lo status di osservatore presso la FESA grazie ai voti della maggioranza dell'Assemblea Generale. Le associazioni osservatrici possono partecipare alle riunioni dell'Assemblea generale senza diritto di voto.

 

A questo punto ci dice che i gruppi che non sono legalmente registrati nel proprio paese sono considerati osservatori e non hanno diritto di voto, il che significa che solo i gruppi legalmente registrati nel proprio paese possono essere membri attivi e avere diritto di voto.

 

Nel caso dell'Italia, solo la Federazione Italiana di Shogi è legalmente registrata, ma la FESA ha accettato l'associazione italiana shogi - ais come MEMBRO OSSERVATORE per alcuni anni, questo significa che  l'associazione italiana shogi - ais non è legalmente registrata nel nostro paese, è solo un semplice gruppo, e non possono essere registrati, perché la legge italiana prevede che la registrazione di un gruppo, associazione o federazione debba essere effettuata entro i primi mesi dalla sua creazione e non 25 anni dopo.

 

A prima vista chiunque può dire che la Federazione Italiana di Shogi soddisfa tutti i requisiti richiesti dalla FESA, questo è vero, ma purtroppo alcuni membri del consiglio direttivo della FESA hanno deciso di propria iniziativa di non accettare l'iscrizione della Federazione, questi due membri del consiglio direttivo della FESA, non rispettano il loro proprio statuto, violando così le proprie regole, questi membri del consiglio direttivo decisero di prendersi gioco della Federazione, facendo credere che la Federazione Italiana di  Shogi sarebbe diventata una socio attivo, con pieni diritti e diritto di voto.

 

Per questo ci chiediamo se valga davvero la pena avere le FESA in Europa oppure no, visto che sono loro stesse a manipolare e contraddire le sue regole e il loro proprio statuto.

 

Crediamo che per un migliore sviluppo dello Shogi in Europa e per far apparire nuovi gruppi e far crescere la quantità di giocatori in Europa, la FESA debba cambiare il suo statuto e rispettarlo e non deridere quei gruppi che pensavano di diventare membri.

 

 

La Redazione

NELL'INCIDENTE DEL 26 FEBBRAIO, UN SOLDATO OMICIDA PUNTA UNA BAIONETTA CONTRO UN GIOCATORE DI SHOGI E LA COPPIA LO INTERPRETA ERRONEAMENTE COME UN LUOGO DI INCONTRO SEGRETO

Agosto 1935, 11 anni dopo la fondazione della Nihon Shogi Renmei, questa aveva allestito un ufficio centrale in affitto su un sito di 180 tsubo ad Aoyama Kitamachi, Akasaka Ward, Tokyo, ed è ora in grado di ospitare partite ufficiali in una sala in stile giapponese da 12 stanze.

 

La mattina presto del 26 febbraio 1936, l'incidente si è verificato quando un giovane ufficiale dell'esercito ha guidato sottufficiali e soldati ad attaccare figure chiave del governo, c'era un'atmosfera minacciosa nell'aria fin dal primo mattino di quel giorno, e i soldati delle forze insurrezionali montavano la guardia ovunque per le strade.

 

La partita è iniziata come al solito ma i giocatori hanno perso la calma a causa di strane informazioni secondo cui sarebbe scoppiata una rissa di strada.

 

Kumao Osaki, 8-dan, che prestò servizio nella guerra russo-giapponese, rimase impassibile, dicendo: Indipendentemente dai proiettili che ti volano addosso, il tuo dovere come giocatore di Shogi è quello di affrontare il tabellone. Continuiamo.  Tuttavia, quando divenne chiaro che un funzionario governativo era stato assassinato, la situazione era ben lontana dallo Shogi, cosi nel pomeriggio la partita è stata sospesa.

 

Inoltre, un giocatore di Shogi che stava passeggiando per Kojimachi la mattina dello stesso giorno è stato colpito con la baionetta da soldati delle forze insurrezionali che erano pieni di intenti omicidi, cosi questo giocatore rispose: C'è una partita di Shogi qui vicino e andrò a guardarla.

 

La sede della Nihon Shogi Renmei successivamente si trasferì ad Aoyama Omotemachi, quartiere Akasaka, Ichibancho, quartiere Kojimachi e Kohinatadaicho, quartiere Koishikawa. Il quartier generale di Koishikawa fu distrutto da un raid aereo nel maggio 1945, anche un magazzino contenente materiali e pubblicazioni di valore fu ridotto in cenere da un colpo diretto.

 

Il quartier generale temporaneo della Nihon Shogi Renmei fu fissato nelle case di Jiro Kaneki 8° dan, e Higashi Watanabe 8° dan, nel quartiere di Meguro, che erano scampate ai danni durante la guerra.  Istituito nel 1946, gli incontri si svolgevano in luoghi come la villa del presidente di una compagnia che amava lo Shogi, un tempio ad Azabu e il secondo piano di una pensione, a quel tempo c'era carenza di registratori, quindi Yasuharu Oyama 7° Dan, che era venuto a Tokyo il giorno prima della partita, servì temporaneamente come registratore.

 

 

Nell'aprile 1947, con l'aiuto di un uomo d'affari, riuscì ad affittare una stanza sotto le tribune dello stadio Korakuen a Kasuga-cho, quartiere Koishikawa, cosi la sede della Nihon Shogi Renmei fu rianimata, si organizzarono giochi e fu allestito anche un dojo per dilettanti. Tuttavia, poiché non avevano biancheria da letto e non potevano restare per la notte, la maggior parte dei giocatori è rimasta sveglia fino a mezzanotte rivedendo i risultati dopo la partita, e tornavano a casa la mattina.

Lo stadio Korakuen fu requisito dal GHQ (quartier generale supremo delle forze alleate) per un periodo nel dopoguerra.

 

Nel luglio 1949, la Nihon Shogi Renmei acquistò un edificio a due piani a Showa-dori, Nakano Ward, con l'aiuto di un uomo d'affari che amava lo Shogi, e acquistò la sua prima sala da Shogi di proprietà di una casa; era il sumo dojo di Terukuni, il 38° Yokozuna, e avevano appena aperto una stanza a Ryogoku, nel distretto di Sumida, cosi un giocatore di Shogi che ha avuto un'anteprima ha detto che sembrava piccolo a causa di tutti i grandi lottatori, ma quando si è trasferito lì, era spazioso. Poiché la Nihon Shogi Renmei non disponeva di fondi propri sufficienti, ha sollecitato donazioni da parte degli appassionati di Shogi in tutto il paese e ha ricevuto più del previsto.

 

Il quartier generale di Nakano si trova a circa 10 minuti a piedi a nord-est dalla stazione Nakano sulla linea Chuo, molti giocatori di Shogi vivevano intorno a Nakano e lungo la linea Chuo, cosi un ristorante di sushi vicino alla stazione divenne un ritrovo per i giocatori di Shogi.

 

 

Alla fine, man mano che il numero delle partite di Shogi e dei giocatori aumentava, gradualmente divenne troppo piccolo, era anche scomodo comunicare e recarsi presso le testate giornalistiche situate nel centro della città.

Jiro Kato 8° Dan, divenuto presidente della federazione nel 1957, lavorò intensamente per spostare la sede più vicino al centro cittadino, successivamente è stato ritrovato il terreno a Sendagaya dove si trova l'attuale Shogi Hall. Questo era il sito dell'allevamento di cavalli della famiglia Tokugawa, in effetti, la famiglia Tokugawa e Sendagaya avevano un profondo legame. Tenshoin (l'eroina del dramma sulla taiga della NHK Atsuhime) si sposò con un parente dello shogun alla fine del periodo Edo e, dopo il crollo dello shogunato, visse nella residenza del capofamiglia Tokugawa a Sendagaya.

 

Nel giugno 1961, a Sendagaya fu costruita un'ex sala Shogi in legno a due piani, a quel tempo, i fondi propri della Nihon Shogi Renmei e le donazioni degli appassionati di Shogi non erano sufficienti, cosi la Nihon Shogi Renmei riceve prestiti da varie società di giornali.

 

 

Il secondo piano era una grande sala che misurava diverse dozzine di tatami e veniva utilizzata per giochi ufficiali e tornei amatoriali. Dall'esterno sembrava l'elegante residenza di un maestro della cerimonia del tè e della danza, piuttosto che il quartier generale di un'organizzazione.

Quando Tamaru lavorava come registratore nella grande sala al secondo piano ed era membro dell'Associazione di Incoraggiamento, spesso ascoltava musica elegante suonata dalla sala del Santuario Hatomori Hachiman dall'altra parte della strada durante il giorno. C'erano persone che praticavano le canzoni Noh e potevo sentirle cantare al suono di shamisen e tamburi, cosi divenne una musica di sottofondo indescrivibile nella sala giochi nel primo pomeriggio, accanto all'ingresso è stato allestito un tavolo da ping pong e si sono alternati i giocatori, i membri incoraggianti e i funzionari .

 

Negli anni '70 Sendagaya era famosa come una locanda dove uomini e donne si incontravano in segreto, anche l'ex Shogi Hall sembra simile a quella dall'esterno, quindi si dice che alcune coppie siano entrate per errore. La locanda chiamata Matsuoka, che si trovava sul lato sud della sala, era la residenza privata di Yosuke Matsuoka, il capo plenipotenziario che prestò servizio come ministro degli Esteri prima della guerra e decise di ritirarsi dalla Società delle Nazioni.

 

 

Nell'aprile 1976 fu costruito l'attuale edificio Shogi Hall di 5 piani e 48 anni dopo, fino ad oggi funziona quasi a pieno regime, anche se il suo corpo è in rovina a causa di ripetute costruzioni e riparazioni, un imprenditore una volta lo descrisse come un vecchio sano.

TANIGAWA: SE SMETTI DI PENSARE, SARAI CONTROLLATO DALL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Proprio come nel mondo del Go, anche nel mondo dello Shogi l'intelligenza artificiale è al suo apice da molto tempo. L’intelligenza artificiale ha ormai superato il pensiero umano e molti giovani giocatori, tra cui Sota Fujii, stanno lavorando duramente alla ricerca sull’intelligenza artificiale.

 

Ricercare le mosse di un'IA di Shogi che analizza istantaneamente la situazione e legge centinaia di milioni di mosse richiede cervello e forza fisica, può essere piuttosto difficile per i veterani.

 

Tanigawa, che ancora spesso compete con i giovani ricercatori, afferma che se bisogna determinazione per ricercare tendenze all'avanguardia utilizzando l'intelligenza artificiale.

 

Fino a che punto i giovani giocatori di Shogi possono comprendere la tecnologia più recente? Si dice che i migliori giocatori e i giovani giocatori, compreso Sota Fujii, facciano ricerche fino alla fase finale, ma se entrano in gioco con una ricerca trascurata , finiscono per peggiorare le cose.

 

Gestire l'intelligenza artificiale è difficile, non solo per i giocatori veterani, ma molti giocatori attribuiscono importanza allo studio e alla comprensione delle mosse dell'IA, Tanigawa sottolinea che è importante pensare con la propria testa.

 

Naturalmente prendiamo in prestito la saggezza dell'intelligenza artificiale, ma sta a noi pensare a modo nostro dopo aver incorporato quella conoscenza e, alla fine, raggiungere le nostre conclusioni. Se i giocatori rinunciano a pensare con la testa, allora saranno controllati dall'intelligenza artificiale. L'intelligenza artificiale serve solo come riferimento e sembra cercare consapevolmente di mantenere un buon senso di distanza.

 

Nello specifico, portare la situazione a uno stadio senza precedenti in una fase iniziale, ma quando si tratta di una nuova situazione, non ci sono giocatori giovani o veterani, l'unica cosa su cui puoi contare è la testa. Ma quando si tratta di battaglie umane tra umani, i veterani con anni di esperienza ed esperienza potrebbero avere un vantaggio.

 

 

Secondo Tanigawa lo Shogi è un processo artistico in cui due persone creano un'opera della quale dobbiamo prenderci cura.

YOSHIHARU HABU REGALA PER LA PRIMA  VOLTA A SUA MOGLIE RIE UN ANELLO NUZIALE

Rie, la moglie del presidente Yoshiharu Habu, ha aggiornato il suo X (ex Twitter), dove ha riferito di aver acquistato per la prima volta un anello nuziale; un anello all'anulare della mano sinistra e le loro mani impilate una sopra l'altra, era inclusa anche una borsa da negozio con sopra il marchio Tiffany. 

IL MONDO DELLO SHOGI È CAMBIATO, CON IL 70-80% DEL PUBBLICO FEMMINILE E LA SCENA ALLA VIGILIA DELLA PRIMA PARTITA DELL'INCONTRO DI 7 PARTITE TRA SOTA FUJII  E MASAYUKI TOYOSHIMA 9-DAN.

Questa è la settima partita del Torneo Meijin, dove Masayuki Toyoshima, 9° Dan, sfida Sota Fujii, che detiene il titolo Meijin, con otto corone, la vigilia della prima partita si è tenuta il 9 aprile 2024 all'Hotel Chinzanso Tokyo.

 

Guardando avanti al primo turno, il 9-dan Toyoshima ha detto: "Questo è il mio primo incontro per il titolo in un anno e mezzo. Sono felice di poter giocare a Chinzanso durante la stagione della fioritura dei ciliegi. Voglio affrontare il quadro generale con un senso di euforia.'' Fujii  ha detto: "Le nove ore di gioco richiedono una lettura profonda e una concentrazione. Durante il gioco, spero di approfondire la mia lettura e creare contenuti che possano piacere alle persone."

 

Successivamente, Teruichi Aono, 9-dan, che ha prestato servizio come testimone, è salito sul palco e ha detto: "Quello che vedi da qui, dal 70 all'80% del pubblico sono donne. Sarebbe stato impensabile in passato.  I giovani sono quelle persone sono ciò che ha reso il mondo dello Shogi così attraente oggi.

I 5 MIGLIORI LIBRI DI SHOG IN VENDITA IN ITALIA

Cari membri, amici e lettori della Federazione Italiana di Shogi, abbiamo fatto una ricerca per quanto riguarda lo shogi in italia e abbiamo trovato una pubblicazione, la quale è stata fatta a dicembre 2023, nel sito notiziescientifiche.it.

 

In questo sito parlano dei 5 migliori libri di shogi che si vendono nel nostro paese, cosi i tre primi posti sono occupati dal libro che ha pubblicato il nostro presidente, dopo il libro di Trevor Leggett e finalmente il libro di Teruichi Aono; veramente ci fa molto piacere vedere che i libri che ha pubblicato il nostro presidente, sono stati considerati fra i cinque migliori in italia.

 

Ma da un altro lato è triste vedere che diversi membri dell'associazione italiana shogi - ais, i quali non ha mai letto nessuno dei libri, li criticano e parlano male in giro e se qualcuno chiede un libro in italiano, loro dicono che non esiste nessun libro in italiano o si inventano qualche bugia.

 

Non è colpa di nessuno se loro in 25 anni non hanno mai fatto nulla,  ma questo non li da il diritto di raccontare delle bugie in giro.

 

Cosi come in italia possiamo trovare più di 500 libri di scacchi da diversi autori, perché no possiamo trovare libri di shogi? Questo comportamento ci da fastidio, anche vediamo che loro fanno di tutto per nascondere il fatto che dei libri di shogi sono stati pubblicati nel nostro paese, loro non sono nessuno e non hanno nessun diritto a fare quello che fanno.

 

 

Abbiamo voluto chiarire questo argomento, non solo perché qualcuno ci abbia chiesto, ma come avevamo detto, ci fa piacere vedere che altre persone trovano che i libri sono ottimi, se ricordate, la stessa Ambasciata Giapponese in italia  ha trovato il libro ottimo, la stessa cosa è stata dichiarata da due giocatori professionisti di shogi e  qualche insegante e giocatori amatoriali giapponesi, per questo il nostro presidente sempre ha detto che se il popolo giapponese come creatore dello shogi, trova il suo lavoro come ottimo, allora questo lo rende molto felice e li fa vedere e capire che quello che ha fatto è stato corretto.

 

Lasciamo qui sotto il link del sito.

SOTA FUJII, UN OPERATORE FERRVIARIO, PARTECIPA ALLA CERIMONIA DI LANCIO DELO SHOGI TOREIN DELLA SUA CITTA NATALE, SETO, NEL SUO COSTUME DA CAPOSTAZIONE

 

Sota Fujii, un operatore ferroviario, partecipa alla cerimonia di lancio dello "Shogi Torein" della sua città natale, Seto, nel suo costume da capostazione

 

Il 12 marzo, il giocatore di shogi Sotai Ryuo Fujii ha partecipato alla cerimonia di lancio di "Shogi Torein" nella sua città natale, la città di Seto, nella prefettura di Aichi. Ryuo Fujii, noto per "Ride Tetsu", è apparso alla stazione Owari Seto sulla linea ferroviaria Nagoya Seto indossando l'uniforme di un capostazione e ha ricevuto applausi dai bambini. 

Nel tentativo di rivitalizzare l'area lungo la linea Seto con lo shogi, la Ferrovia di Nagoya gestisce un programma "Shogi Train" in cui all'interno dei treni vengono affissi manifesti con domande sullo Tsume Shogi.  La star locale Ryuo Fujii ha fatto un ritorno trionfante all'evento di apertura e ha anche posato per la cerimonia di partenza durante la cerimonia di lancio. 

 

Ryuo Fujii, che era salito sul treno "Shogi e il treno" con i bambini delle scuole elementari, ha tenuto un microfono e ha fatto un annuncio all'interno del treno. Hanno contribuito ad animare l'evento rispondendo alle domande dei bambini.

YUI ISOYA 1° DAN FEMINILE DESIDERA LASCIARE IL SEGNO NELLA COMPETIZIONE NAZIONALA MASCHILE.

Yui Isoya è cresciuta nella città di Kakamigahara nella prefettura meridionale di Gifu, lei ha imparato a giocare lo Shogi intorno la terza elementare, cosi inizia a giocare con so nonno. Cosi, lei ha deciso di affinare le sue abilità in un corso tenuto dall’istruttore locale Yoshiyuki Shibayama.

 

Lei ha continuato a migliorare attraverso gli allenamenti e ha ottenuto buoni risultati nel torneo amatoriale femminile. Il sogno era di diventare una giocatrice di Shogi, cosi quando sostenne l'esame per la Società di Incoraggiamento, divenne allievo di Takayuki Yamazaki 8° dan.

 

Dopo essersi diplomato al liceo, entrò all'Università Kokushikan di Tokyo. Dopo di che si era iscritta al club di shogi di Waseda come studentessa inter-universitaria, dove aveva imparato da Kosei Kawashima (studente maestro, ex rivale di Takumi Ito, 7° dan) e altri. Nel suo primo anno, ha vinto il torneo femminile studentesco, e ha vinto il torneo studentesco, ma lei voleva ottenere risultati nel torneo nazionale dove gareggio con gli uomini.

 

Nel 2023, Isoya ha sconfitto uno dopo l'altro i giocatori dilettanti maschi nel Campionato Nazionale Dilettante di Shogi, finendo al 3 ° posto, questo è stato un notevole risultato nella storia dello Shogi femminile.